COMFORT ZONE – Gradisca d’Isonzo

MOSTRA FINALE / LAND ART E ARTE PUBBLICA PER IL BENESSERE GIOVANILE
piano terra del Palazzo comunale (via Marziano Ciotti 39) – Gradisca d’Isonzo
Sabato 10 Marzo alle ore 17.00
Sabato 10 e domenica 11 marzo, capiterà agli abitanti dell’Isontino di passeggiare per le loro città (Fogliano, Sagrado, Gradisca d’Isonzo, Moraro, Mariano del Friuli), e di incappare in alcune opere di arte contemporanea collocate negli spazi pubblici dai giovani creativi partecipanti al laboratorio “Comfort Zone”: un poetico affresco corale di storie, di vissuti e di linguaggi espressivi inonderà il territorio proponendo una nuova visione dello stesso.
Per raccontare l’esperienza, che ha visto un nutrito gruppo di ragazzi delle scuole medie alle prese con la Land Art, sarà anche inaugurata una mostra al piano terra del Comune di Gradisca d’Isonzo: tutti i cittadini sono invitati alla vernice, per conoscere il laboratorio attraverso le parole dei giovani partecipanti, e lasciarsi stupire dalla forza comunicativa delle loro elaborazioni artistiche
(sabato 10 marzo alle ore 17.00, nel Palazzo Municipale di via Marziano Ciotti 49).
Land art, public art, arte relazionale, arte urbana e poesia visiva sono solo alcune tra le nuove frontiere artistiche che i giovani partecipanti del laboratorio “Comfort Zone” hanno potuto esperire attraverso le intense sedute di pratica artistica ed espressiva: pratiche e modalità subito tradotte in installazioni e in opere d’arte che verranno collocate sul territorio urbano dei loro comuni di provenienza, e saranno visibili a tutti i cittadini a partire dal pomeriggio del sabato 10 marzo, fino alla sera della domenica 11 marzo (le mappe con la collocazione delle opere saranno reperibili nella maggior parte dei luoghi pubblici dell’Isontino, e sul sito internet dell’associazione IoDeposito, all’indirizzo www.iodeposito.org, e distribuite all’inaugurazione della mostra).
Il laboratorio Comfort Zone, nato tre anni fa dalla collaborazione della ONG IoDeposito con il Comune di Gradisca d’Isonzo, ha trovato quest’anno i presupposti per un positivo ampliamento, attraverso il finanziamento dell’Area Welfare di Comunità (Regione FVG-progetti a favore delle famiglie), e con il sostegno operativo dei Servizi Sociali dei Comuni dell’ambito Collio-Alto Isonzo.
Il laboratorio, basato su un mix di pratiche artistiche dedite alla riappropriazione del contesto pubblico e al pensiero astratto, è frutto dell’affezione per un territorio talmente ricco di identità e di storia da generare una naturale ispirazione nei ragazzi che lo abitano, assecondando i media espressivi più freschi. Su questo presupposto si è innestato il fertile percorso di ricerca che da anni i partners di progetto conducono sulle modalità didattiche e laboratoriali creative: il benessere, e l’empatia per il proprio territorio, hanno infatti ragione di essere nell’arte e nelle sue applicazioni.
L’attività è nata grazie all’incrocio tra le metodologie accurate che gli artisti e curatori dell’associazione, affiancati dagli educatori del consorzio “Il Mosaico” hanno saputo inventare per trarre il massimo dalla già florida inventiva dei partecipanti, e dalla volontà delle amministrazioni territoriali (ben rappresentate dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Gradisca d’Isonzo e dai Servizi Sociali dei Comuni dell’ambito Collio-Alto Isontino) che molto curano i loro giovani e che sono disposte ad impegnarsi nella ricerca di modalità innovative per lo sviluppo del loro benessere.

 

Le date delle manifestazionei potrebbero subire variazioni. E’ consigliabile informarsi per conferma.